background

Master da record

A conti fatti, considerato anche il 10-15% abituale di defezioni, i 606 partecipanti effettivi alla quinta prova del circuito nazionale dei Master rappresentano comunque il record assoluto delle presenze, per questo tipo di gare: significa che la sede è gradita, come l’organizzazione. E non è una supposizione: ce l’hanno detto loro, i partecipanti, al termine dei due giorni di gare. Impegnativi, certo, e non solo per loro: come non apprezzare tutti coloro che si sono dedicati anima e corpo alla perfetta riuscita delle gare? Genitori, maestri e istruttori, dirigenti e atleti: tutti si sono rimboccati le maniche, senza risparmiarsi, e i risultati si sono visti. Questo è fare società, fare squadra, e a tutti loro va la riconoscenza della Pro Patria e degli ospiti.

Troverete le classifiche e i numeri delle singole gare sul sito federale, e le foto sulla pagina della Pro Patria su Facebook. Dei nostri atleti spadisti, solo Matteo Porrello ha raggiunto il podio, terzo, nella categoria più giovane, la zero: ha perso solo con Leali, di Bergamo, che ha poi vinto la gara. Brian Martino e Stefano Dallanegra sono ripsttivamente20° e 41° fra i 65 partecipanti . Due di più i partecipanti alla categoria superiore, la uno, che riunisce gli atleti di età compresa fra i 30 e i 40: i nostri Andrea Rondanini e Vittorio Martinoni non riescono a raggiungere la zona alta della classifica. Molto meglio vanno gli atleti biancoblù nella gara più numerosa, quella della categoria due, con 87 partecipanti: Franco Lualdi è quinto, Andrea Cozzi settimo e 26° Lucio Santini, nella gara vinta dal catanese Ferro davanti al concittadino Di Bella. Fra le spadiste, oltre a una sfortunata prova di Giorgia Dozio e Sara Bottini fra le più giovani, Laura Puricelli si classificava al 12° posto nella categoria uno, mentre Paola Macchi raggiungeva la finale delle prime otto nella due. Il solo Franco Lualdi, il giorno dopo, partecipava alla gare di fioretto, piazzandosi al nono posto.

Infine, le visite al Museo della scherma: sono state numerose, come al solito, e il gradimento è stato eccellente, come si può capire dalle dediche sul libro delle firme.

Non è stato possibile, in una situazione così critica, con altri maestri e atleti impegnati sulle pedane di Roma (dove la nostra Elisa Colombo ha guadagnato la qualificazione per la fase finale: complimenti!) garantire un servizio fotografico adeguato, che coprisse tutte le finali. Comunque un tentativo è stato fatto, e potete trovare le foto qui:

https://www.facebook.com/profile.php?id=100001077595572&sk=photos&collection_token=100001077595572%3A2305272732%3A69&set=a.1067184953327414.1073741861.100001077595572&type=3

oppure qui

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1001268726614469.1073741847.370248223049859&type=3

o qui

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1001282343279774.1073741848.370248223049859&type=3&uploaded=89

comments
2017  Pro Patria Scherma Busto Arsizio  globbers joomla templates