background

Colombo fra i cadetti, Cozzi fra i Master, podio nazionale

http://edificiosnakawe.com/professional-resume-writing-services-6th-queens/ professional resume writing services 6th queens Due intensi weekend di scherma, per gli atleti della Pro Patria: vittorie, podi e piazzamenti, regionali, nazionali e internazionali hanno gratificato le attese e inducono a ben sperare per il futuro.

Procediamo con ordine.

buy cost accounting papers A Milano si sono svolti i campionati regionali assoluti. Dei sei titoli in palio, due sono andati ad atleti della Pro Patria. Quasi scontato il titolo nel fioretto femminile, vinto da Marta Cammilletti, immune da sconfitte, reduce, una settimana prima, dalla vittoria al Torneo internazionale di Terrassa, in Spagna. Vince in finale contro la Barbotti, della Mangiarotti di Milano, con un secco 15/3, dopo aver eliminato, con identico punteggio, la compagna di squadra Elisa Colombo, cadetta, e ottima terza. Fra le prime otto, piacevole conferma della cadetta Giulia Malvezzi, settima, mentre Sofia Parravicini è 11°, e Laura Righetto 20°.

http://www.amoreplast.it/?pharmacy-essay-writer Nella sciabola femminile vince con merito, e non è la prima volta, Anita Pellegatta, contro Chiara Marcora, del Club Scherma Varese. Terza, la sorella Chiara, superata di misura dalla Marcora.

http://www.rainbowmediasolutionltd.com/custom-dissertation-writing-uk/

Nella spada maschile, sfiora il successo Matteo Porrello, secondo dietro il mangiarottiano Bertolazzi. Con lui, nella finale dei primi otto, Alessandro Gussoni, 5°, fermato dallo stesso Bertolazzi; e Federico Nuccio, 7°, fermato da Porrello, che aveva superato in precedenza Franco Lualdi, 15°, una posizione dietro Brian Martino, 14°. Enrico Buizza è 17°, Davide Orsi 22°, Luca Preite, onore ai master, 40°, e Stefano Venegoni 44°.

http://akada.org/help-with-gamsat-essays/ help with gamsat essays Le altre gare: nel fioretto maschile, 9° Lorenzo Malvezzi, 12° Sebastiano Piantanida, 19° Massimiliano Tentorio, 32° Ruggero Barzon. Nella spada femminile, Laura Puricelli è 14°, Sara Bottini 24°, Valeria Ripamonti 34°. Nella sciabola maschile, Marco Zambello è 11°, Ruggero Barzon 29°.

http://www.blog.friskbrisrc.com/sample-of-a-literature-review-paper/ sample of a literature review paper Campionati italiani cadetti, seconda prova: svetta su tutti il risultato di Elisa Colombo, ormai matematicamente qualificata per la fase finale, dopo la gara di Montecatini, con 172 partecipanti. Terza, al termine di una gara lunga e difficile, con assalti vinti alla priorità. Quando la benzina è finita, Elisa ha dovuto “contentarsi” del terzo gradino del podio: ma intanto aveva confermato la sua tempra da combattente, già emersa ai campionati regionali di una settimana prima. Il giorno dopo, a Pisa, prova del circuito europeo dei cadetti, pur risentendo della fatica del giorno prima, Elisa riesce ad entrare fra le prime 32, in una gara con 128 schermitrici di 16 nazioni. Le più giovani Giulia Malvezzi (74°), Caterina Motta (104°), Sofia Parravicini (113°) e Laura Righetto (115°) cadono al primo turno della diretta, e Beatrice Nardi e Chiara Cecchini nel turno eliminatorio: esperienza utile per maturare. Fra i 202 partecipanti del fioretto maschile, Tentorio è 56°, e quindi ammesso alla 2° prova Giovani, mentre Piantanida è 110°, Giorgi 115°, Bielli 170°.

watch La settimana prima, a Terni, nelle prove di spada per cadetti, la migliore è Sara Castaldi, che con il suo 53° posto su 275 partecipanti si è qualificata per la gara della categoria superiore. Caterina Rosa è 173°, ma i segni di un miglioramento sono evidenti: infatti, pochi giorni dopo, a Corbetta, torneo di spada, salgono entrambe sul terzo gradino del podio. Nella spada maschile, a Terni, 335 partecipanti, Andrea Stoccuto supera il turno, ma poi si ferma al primo di diretta.

link

Ancora una prova maiuscola, tra i Master, per Andrea Cozzi, che a Nocera Umbra, terza prova del circuito valido per il campionato italiano e per il ranking (fra i Master è decisivo per le qualificazioni mondiali), sale di nuovo sul terzo gradino del podio. Buona prova anche per Franco Lualdi, che torna in pedana dopo un’incidente che lo ha fermato a lungo, e dimostra di essere ancora più che valido: all’ottavo posto di spada aggiunge il sesto nel fioretto, anche lui in cat. 2. Giorgia Dozio, nella cat. 0, e Luca Preite, nella cat. 3, si fermano invece alle soglie della finale dei primi otto.

Anche i nostri pulcini erano impegnati in una gara esterna, il “1º Trofeo Scherma BCC Cornaredo", categoria esordienti/prime lame, divisi in gara femminile e maschile. 28 maschi e 12 femmine, più del previsto, hanno spinto gli organizzatori a dividere in due la gara, che inizialmente si voleva mista. Tra i maschi, Tommaso Verdicchio è 2º, Pietro Sestagalli 3º, Andrea Giordano 5º, e Ludovico Bianchi ha perso per gli 8. Tra le femmine, Teresa Zancaner è 3°. Bravissimi tutti!

comments
2017  Pro Patria Scherma Busto Arsizio  globbers joomla templates